images/preghiera/quaresima_pasqua/21_02_15_cristo_museo_copto.jpg

Entriamo nella Quaresima, lasciandoci accompagnare dalle parole della tradizione liturgico-spirituale della Chiesa copta.

Per i copti non esiste un rito di ingresso alla Quaresima. Dunque, non si impongono le ceneri. La Quaresima inizia il lunedì che segue alla domenica del rifā‘, ovvero del “carnevale” (quest’anno 2021: 7 marzo). Esiste invece un rito di “uscita” che si celebra l’ultimo venerdì di Quaresima, giorno in cui i fedeli vengono unti con olio santo (rito del qandīl) in preparazione ai riti della Settimana santa.

Per essere dove Cristo è

Leggi tutto: Per essere dove Cristo è

Ascensione 

I testi liturgici copti sottolineano che l’Ascensione significa innanzitutto che il Figlio di Dio è ritornato definitivamente alla gloria che è sua fin da prima che il tempo fosse, in quegli spazi-non-spazi rappresentati dal “cielo” e dalla “destra del Padre” che esistono prima che lo spazio fosse. Dopo la kénosis (svuotamento) dell’incarnazione, Cristo torna a sedersi alla destra del Padre, nel senso che rivela ai discepoli quella plérosis (pienezza) kyriologica, al contempo divina e regale, che è da sempre sua insieme al Padre e allo Spirito: “In lui abita corporalmente tutta la pienezza della divinità” (Col 2,9).

Continua la lettura