E il Verbo disse: uomo di che pasta sei fatto?

Leggi tutto: E il Verbo disse: uomo di che pasta sei fatto?

Avvenire 21 agosto 2018

In Gesù Cristo Dio ha vissuto l’esperienza dell’umano dal di dentro, facendo avvenire in sé l’alterità dell’uomo. Scrive Ippolito di Roma: “Noi sappiamo che il Verbo si è fatto uomo, della nostra stessa pasta (uomo come noi siamo uomini!)”. Gesù di Nazaret ha narrato, spiegato, visibilizzato Dio nello spazio dell’umano: “Ecce homo! Ecco l’uomo!” (Gv 19,5). Ha dato sensi umani a Dio consentendo a Dio di fare esperienza del mondo e dell’alterità umana e al mondo e all’uomo di fare esperienza dell’alterità di Dio.

Continua la lettura

L’urgenza della gioia

Leggi tutto: L’urgenza della gioia

L'Osservatore Romano 29 maggio 2018

Una lettura della «Gaudete et exsultate»
La santità deve essere cercata nella vita quotidiana, non ispirata a modelli ideali, astratti, sovraumani e raccontata come perfezione raggiunta. Ognuno ha una propria strada per la santità, strada tracciata dal Signore e che può essere percorsa anche in mezzo a imperfezioni e cadute, ma strada illuminata e fatta percorrere dalla grazia del Signore.

Continua la lettura

L'importanza del pane

Leggi tutto: L'importanza del pane

La Repubblica 16 maggio 2018

“La storia dell’umanità inizia con il pane”, diceva Pitagora, perché il pane è prodotto della natura e della cultura. Il pane è una realtà precisa, effettiva, ma anche un simbolo, un sistema di segni concreti che permette di stabilire una sapienza pratica. Il pane è alimento che ci nutre e ci trasmette vita, è alimento solido che si impone ai nostri sensi.

Continua la lettura

È necessario che le comunità mostrino ai giovani la differenza cristiana

Leggi tutto: È necessario che le comunità mostrino ai giovani la differenza cristiana

L'Osservatore Romano 25 aprile 2018

I giovani fanno richieste non scontate né rivoluzionarie, ma pacate e determinate. Ciò che emerge come urgente per i giovani di oggi è la ricerca del senso dell’esistenza. Ricerca che si è fatta faticosa e difficile e che avviene ormai lontano dai percorsi indicati dalle religioni e soprattutto lontano da un itinerario di fede, perché proprio la fede non è stata loro trasmessa dalla generazione precedente

Continua la lettura